Quando scade una crema solare?

Una domanda lecita potrebbe essere: ma la crema solare dell’anno scorso che ho avanzato è ancora buona?

Questa è un’ottima domanda, infatti occorre fare molta attenzione alle creme solari, sia in lozione che in spray, scadute e comunque aperte da più di un anno.

Tutti noi abbiamo capito quanto sia importante un’efficace protezione solare, ma se la crema che stiamo utilizzando è già stata aperta l’estate scorsa che facciamo?

Innanzitutto occorre capire quanto dura una crema solare, sulla confezione c’è sempre scritto, infatti dove sono trascritti gli ingredienti e i modi d’uso c’è un disegno con una scatola aperta che indica un numero; quel numero è il PAO (Period After Opening), una sorta di “consumarsi preferibilmente entro il…”, indica quindi entro quanti mesi dall’apertura deve essere consumato il prodotto. Solitamente per le creme solari, doposole e autoabbronzanti è di 12 mesi.

Quindi se il vostro prodotto è stato aperto l’estate scorsa rischia di essere a vita breve.

 

Ma cosa succede se la crema è scaduta? Fa male?

Il problema della scadenza non è tanto che la crema o spray solare diventano nocivi, piuttosto perdono la loro efficacia, se abbiamo tra le mani quindi una protezione 50, attenzione che forse il suo filtro non è poi così totale.

Nei casi in cui il prodotto fosse stato anche conservato male allora potrebbe diventare anche irritante per chi ha la pelle piuttosto delicata, quindi meglio comunque non rischiare e comprare un nuovo prodotto.

 

E se la crema non è ancora stata aperta?

In questo caso se la confezione è ancora integra la crema può essere usata indicativamente entro 24 mesi dal suo acquisto, pertanto se è stata comprata l’estate scorsa e mai aperta allora la potete usare tranquillamente, se ha già un paio d’anni meglio buttarla.

Quindi attenzione alle creme solari scadute, potreste veramente rischiare di abbrustolire la vostra pelle a causa della perdita di efficacia del loro filtro solare, soprattutto se pensate di avere tra le mani una protezione alta che in realtà ha perso buona parte del suo potenziale!

Se hai qualche consiglio in più scrivimi nei commenti e se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui social!